Vince Ravaioli, Maglia Rosa a Simioni.

Squalificato lo sloveno Mezgec per doppio tesseramento.

Dopo il trionfo nella tappa di ieri conclusasi con l’arrivo a Montemars, doccia fredda per il ventenne sloveno Luka Mezgec. Su ricorso presentato da alcuni concorrenti e supportato da adeguata documentazione, la maglia gialla viene escluso dall’ordine di arrivo e conseguentemente dal Giro in base all’art. 47.53 del Regolamento Tecnico U.d.A.C.E. per doppio tesseramento, in quanto lo stesso ha partecipato e si è classificato in importanti manifestazioni Under 21; scatta anche l’esclusione da qualsiasi manifestazione U.d.A.C.E fino al 31/12/2008. Il comunicato della giuria ha messo la parola fine ad una diatriba iniziata nella mattinata di ieri e il collegio dei giudici, in tarda serata, ha emesso la “sentenza”. Con lo sloveno a casa, classifiche modificate: Simioni e Rezzani si presentano alla partenza di Montenars con la piena titolarità, rispettivamente, della maglia rosa e ciclamino. Oggi ultima tappa del 35° Giro Ciclistico del Friuli Venezia Giulia, la Montenars-Tricesimo, 79 km senza particolari difficoltà che ha visto protagonisti le seconde linee delle squadre impegnate in gara. Dopo il via dato al km “zero” in località Artegna, iniziano le danze ed è un continuo susseguirsi di attacchi che però non hanno esito alcuno. All’interno del circuito da ripetersi 2 volte, con velocità intorno ai 60 km/h, si sviluppa la prima fuga importante con Pagnin (Salvador RDZ) e Lenarduzzi (Chiarcosso) che riescono a mettere insieme fino a 29” sul gruppo quando il cartello chilometrico segna il 49° chilometro di gara. La reazione del gruppo favorisce il ricompattamento e da allora, e fino alla fine, solo tentativi senza esito e gli atleti si presentano in dirittura d’arrivo con la gran voglia della “volatona”. Ivan Ravaioli (EuroVelo Cicli) si porta avanti supportato dai compagni di squadra. Il forcing finale vede il faentino tagliare vittorioso il traguardo, staccando il tempo di 1:45:05 alla media di 42,71 km/h. Lo segue Roberto Pagnin (Salvador RDZ), profondo conoscitore di queste strade e terza posizione per Moreno Buso (Gi-Bi Omeno).

Nel pomeriggio, premiazioni per le classifiche di categoria e poi cala il sipario su questa edizione del Giro Ciclistico Internazionale del Friuli Venezia Giulia. Soddisfazione del Presidente del Comitato Organizzatore, Nevio Cipriani:

Ultima tappa anche per il tour cicloturistico, con partenza e arrivo a Tricesimo e che ha visto, come punta di eccellenza sul percorso, l’attraversamento di San Daniele del Friuli. 62 chilometri da percorrere con un occhio alla strada e l’altro ai bellissimi panorami che la zona offre a chi pedala con la massima tranquillità

Piena soddisfazione anche per Toni Pontoni, presidente dell’omonimo Team che gestisce in parallelo con il Giro Ciclistico quello Cicloturistico.

Ordine di arrivo della 5

ª