Sabato Mattina Io E Filippo Ci Troviamo Per Passare A Dare Un Occhiata Al Negozio Acquasport Di Grosseto Per Poi Dirigersi A Porto

qua e la qualce gruppo di sarpe.

Ogni tanto con filippo ci parliamo e tiTubanti per le condizioni schifose del mare pensiamo piu’ volte di tornare indietro … io pero’ in un occasione dico a Filippo che con quelle condizioni stavo aspettando lo spigolone in caccia e qindi andiamo ancora avanti.

Faccio un agguato per finire con un aspetto e riesco a portare a tiro un sarago decente sparo e lo padello .. porc. putt.!!! rimango sul fondo per recuperare l’asta e vedo che il sarago e li ancora che gironzola e se ne aggiungono altri non grossi ma sparabili per le mie misure…. quindi ricarico e torno giu’….. ma niente non trovo piu’ niente!

Innervosito dal fatto non mi va ancora di rinunciare e quindi faccio qualche metro in avanti … ad un certo punto sotto di me dalla sinistra comincio ad intravedere una sagoma che si definisce meglio man mano che si avvicina:

“tum tum” lo sento fin dentro gli orecchi … il battito del mio cuore! … mi rendo conto che e’ grossa l’emozione mi rabbrividisce sento una serie di reazioni strane nel mio corpo che non so spiegare.

Io rimango immobile, giudico la sagoma a tiro ma non ho ancora il fucile allineato … ho l’impressione di avere a tiro uno spigolone quello che avevo dichiarato di aspettare a Filippo!!!

Uno spigolone grosso enorme per la mia esperienza di catture lo giudico superiore ai 2 kg … sono congelato immobile e so che devo sparare ma non voglio sbagliare, non voglio perdere l’occasione di prendere la mia prima bella preda! ( di questa fase non mi ricordo bene non mi ricordo se ero immerso a mezz’acqua o in superficie ho perso la cognizione del tempo!)

Il colpo dopo qualche frazione di secondo parte da se ed io non vedo piu’ niete vedo l’animale fugginre a velocita’ supersonica e non riesco a rendermi conto ne di come l’ho colpito e ne se … mi sento tirare il fucile verso destra e con uno stacco netto parte il mulinello molto velocemente: io tengo il fucile forte con la mano destra con il cuore che batte a 2000 e la paura matta di non sapere gestire questa fase di recupero e quindi perdere la preda!

La sagola corre e non si ferma la vedo sparire in orizzontale nello scuro dell’acqua verso il largo, ricevo degli stratoni al braccio e non mi rendo conto come possa tirare cosi tanto senza accennare a fermarsi … la sagola del mulinello finisce e sento che tira ancora con molta forza vengo trainato in avanti dal pesce e per non essere troppo di peso, per la paura di strapparlo, comincio a nuotare con le pinne senza mai allentare la sagola … continua a tirare ma non in un unica direzione: dopo la sparata iniziale verso il largo, comuncia a farmi ruotare con dei cerchi ampi … io non mi rendo conto .. alzo il capo e comincio ad urlare per chiamare filippo ma lui aveva gia’ cominciato a rientrare e non mi sente; allora quasi arrabbiato e sicuro di perderla cerco di continuare a fare del mio meglio … lasciato il fucile alle spalle tengo in mano la sagola e piano piano comuncio a recuerare … ma appena tiro un po di piu mi riparte di corsa … sono stati attimi che sono durati un eternita’ … dopo un po’ riesco a recuperare un po di sagola e vedo il filo bianco in verticale ma non sono mai ancora riuscito ad individuare il pesce … decido di scendere per rendermi conto e decidere quello che dovevo fare … ero su un fondo dicirca 10 mt credo; e quindi comincio a scendere e a seguire la sagola…… ma ancora non vedo niente!

mi spingo con le pinne senza tirare troppo la sagola ad un certo punto sul fondo che ancora stava nuotanto e divincolandosi stancamente

vedo il mio pesce. E’ enorme l’emozione e’ troppo forte; uno sbalzo alcuore rimango estasiato dalla bellezza dell’animale! avvicinandomi con una scodata cerca di allontanarsi di nuovo lascio corda e torno in superfice incredulo! … con una consapevoleza in piu’ avevo visto che avevo colpito l’animale molto bene quindi le probabilita’ di catturarla erano buone! … dopo pochissimo si riferma e questavolta scendo di nuovo e vado direttamente ad agguantare l’asta dalla parte che fuoriesce dal lato opposto del buco dell’entrata e con l’altra mano prendo l’altra estremita’ … si divincola ancora ma ormai e’ presa .. risalgo abbracciano il pesce Non ci credo … non puo’ essere vero! se qualcuno me lo avesse detto non ci avrei creduto ….. to be continued

Scherzo ormai finisco di raccontare mi ero gia’ reso conto sul fondo che non si trattava di uno spigolone di 2 o 3 kg ma di una Leccia molto ma molto piu’ grossa!! …. non riuscivo a stimarla ma era lunga gran parte del mio corpo in acqua forse sembrava anche piu’ grossa di quello che era … comuqneu appena risalto prendo il coltellino nuovo da cintura appena acquistato la mattina e finisco l’animale (durante la risalita non sapevo come tenerla e quindi mo messo la mano nella sua boccona e mi ha dato un morso… meno male che avevo i guanti:-)))) sono lontano da riva e a questo punto non vedo l’ora di arivare da filippo per renderlo partecipe …. comincio a pedalare con La leccia sotto il bracio sinistro mentre tenevo il coltello piantato sul capo con la destra.

appena arrivo vicino a riva faccio un urlo e cerco di elevare il pesce per farlo vedere a filippo ma riesco solo a fare scapparela testa! .. continuo a notare fino a riva dove filippo mi aspetta e con lo sguardo incredulo viene ad aiutarmi e prende in consegna il pescione … e’ enorme e’bellissimo io tremo dall’emozione non riesco ad esprimere concetti chiari .. filippo mi spinge ridendo dicendo che era una cosa incredibile.

insomma dopo le foto di rito nella spiaggia che vi faro’ vedere al piu’ presto …. siamo andati a porto santo stefano dove ho chiesto ad una pescheria il favore di pesarla … alora il pesce gia’ pulito e dissanguato (abbiamo levato di dentro una sacco di roba era sicuramente oltre 1,5 gk di roba con un fegato enorme) pesava 13Kg e rotti! .. praticamente una leccia di 15 kg.

Lo so non ci credete … neanche io e se vi dico che fucile e che attrezzatura usavo ancora meno…. [excalibur 90 con elastici originali e asta piu’ lunga 10 cm ell’originale( eccezionale presa da un amico di Stefano

…. approposito grazie Stefano)] = … scusate avevo aperto troppe parentesi! con mulinello rotto pochi giorni prima all’elba e riappiccicato con l’attack dal mio babbo il giorno prima.

Per l’asta una menzione particolare; ha fatto un lavorone anche l’aletta ha retto in modo eccelso … l’asta si e’ piegata solo un poco in fodo e poi e’ molto elastica e ha retto molto bene ai miei tiri al volo allo scoglio perdendo solo minimamente la punta.

avete presente la testata dell’excalibur? io avevo passato la sagola dentro l’apposito buchino sul davanti … praricamente la sagola scorrendo forte e veloce mi ha mangiato parte della sagola del buchino … e’ normale?

scusate per questo messaggio fiume forse per voi non e’ una cosa cosi’ eccezionale ma per me e’ stata una delle piu’ forti emozioni della mia vita!