F1, Gp Monza: la Fia annuncia squalifiche per le irregolarità ai pneumatici

La Federazione dà ragione alla Ferrari

Data: 04 set 2003 11:13

(9colonne) MONZA – La Fia dà ragione alla Ferrari e così ora non sembra esserci più alcun dubbio sul fatto che le monoposto che alla fine del Gp di Monza avranno le gomme anteriori più larghe dei 27 millimetri concessi dal regolamento saranno squalificate. E’ quanto emerso da un comunicato diffuso dalla stessa Federazione internazionale, in risposta alla minaccia della Michelin di disertare la gara italiana. C’è ragione di credere che le gomme in questione possano essere diverse da quelle utilizzate a inizio stagione si legge nel documento della Fia, nel quale è anche confermato che è stata la Ferrari a chiedere l’intervento del delegato tecnico Charlie Whithing, dopo il Gp d’Ungheria -. E che ci siano stati cambiamenti nell’assetto delle vetture, cioè modifiche nel modo in cui i pneumatici vengono sfruttati. Queste gomme o sono in regola o non le sono . Se a Monza verranno usati pneumatici con un assetto che produce un battistrada più largo dei 270 mm consentiti prosegue il comunicato -, i commissari e in ultima analisi la Corte d’Appello della Federazione dovranno decidere se le regole sono state infrante . La Fia spiega inoltre che la questione non è stata ancora discussa a fondo perché la materia era già sub judice e che comunque la Michelin era stata avvertita della possibile infrazione. Intanto al fianco della scuderia di Maranello si è schierata anche la Bridgestone. Le regole sono regole ha dichiarato il d.s. della casa giapponese Hiroshi Yasukawa -. La larghezza delle Michelin della Williams era di 286 millimetri contro i 270 ammessi dal regolamento. Personalmente il sospetto che avessero gomme più larghe lo avevamo anche prima. Abbiamo aspettato fino ad ora a parlare perché non avevamo la prova. Se l’avessimo avuta prima, ci saremmo mossi prima .