L edizione di quest anno della Coppa Toscana è una edizione speciale.

La VII Coppa Toscana è stata infatti organizzata in modo corale, oltre che dal CAMET, che ha sede a Firenze, anche da altri prestigiosi Club toscani, tutti associati ASI (www.asifed.it) : Balestrero di Lucca, Ruote Classiche di Prato, Saracino di Arezzo e con la collaborazione della scuderia Kinzica di Pisa.

La Coppa della Toscana 2002 partirà da Firenze, giovedì 30 Maggio, e si concluderà, nella stessa città, domenica 2 Giugno dopo aver attraversato i paesaggi più belli della regione: dal Casentino, al Chianti, al Valdarno fino alla Versilia.

Le auto attraverseranno le provincie di Arezzo, Siena, Livorno, Pisa, Massa, Lucca, Pistoia, Prato e Firenze sostando in alcune delle piazze più famose al mondo.

La manifestazione, sono state ammesse solo 50 auto, ed è valida come prova turistica ASI trofeo Zanon per vetture sport, turismo e granturismo costruite entro il 1960.

In occasione della rievocazione storica, il Consiglio Regionale della Regione Toscana ha organizzato una mostra storica nell auditorium del Consiglio Regionale in via Cavour, 4 a Firenze.

Per la inaugurazione della mostra, era stato prevista una lettura del Prof. Roberto Segoni, uno dei massimi esperti del design industriale italiano, amante delle auto d epoca e presidente del CAMET. Il Prof. Segoni è improvvisamente mancato pochi giorni fa.

Alla mostra, che verrà aperta alle ore 11.00 di sabato 25 Maggio, sono esposte alcune della auto più significative che hanno partecipato alle corse su strada di quel periodo :

Oltre ad una Siata 750, ad una Stanguellini 750 anche una Ermini 1100, una barchetta del famoso costruttore fiorentino e la

Fiat Giannini 750, già pilotata dal pilota Fiorentino Maggiorello Maggiorelli nella prime edizioni della Coppa Della Toscana del 1949 e 1950, che è stata ritrovata dal figlio di Maggiorello che la ha riportata a Firenze e restaurata nelle condizioni originali.

Nel sito della Coppa Toscana sono presentate le foto della Fiat Giannini 750, con Maggiorello Maggiorelli, alla partenza da Livorno della Coppa Toscana 1949 e come appare oggi.

Saturday, May 18, 2002

Mostra Storica “Coppa Toscana” organizzata dalla Regione Toscana

Pochi giorni fa la rievocazione delle Mille Miglia ha portato il rombo di antichi motori attraverso la Toscana ricordando l epoca delle corse su strada che fino alla fine degli anni 50 catalizzavano l`attenzione della gente che si affollava lungo le strade per veder sfrecciare, pericolosamente vicini, i bolidi guidati da idoli come Nuvolari, Ascari, il Conte Marzotto e il Toscano Clemente Biondetti.

Anche la Toscana ha avuto le sue corse su strada, una in particolare ha un origine che merita di essere ricordata.

La prima Mille Miglia del dopoguerra fu organizzata, in condizioni comprensibilmente precarie, nel 1947. Il vincitore fu il fiorentino d adozione Clemente Biondetti. L anno successivo però, l organizzazione decise di non far passare da Firenze la corsa su strada forse più famosa al mondo. Nacque così nella mente dei dirigenti degli Automobile Club della Toscana l idea di organizzare una corsa, si direbbe oggi alternativa che toccasse tutte le città del Granducato .

Questa manifestazione prese il nome di Coppa della Toscana .

Il successo della prima manifestazione fu tale che la Coppa della Toscana fu replicata dal 1949 al 1954, rendendo ogni anno il percorso più impegnativo e spettacolare.

Tutti i grandi nomi dell automobilismo dell epoca parteciparono a questa manifestazione alla guida delle vetture più potenti e prestigiose che correvano (ed è questa la magia delle corse su strada di quel tempo) accanto alle auto di tutti i giorni le Topolino, le millecento e le Isetta.

Grazie all entusiasmo degli appassionati di auto d epoca Fiorentini del C.A.M.E.T., la Coppa della Toscana è rinata nel 1996, come rievocazione storica denominata Coppa Toscana e si è ripetuta tutti gli anni con un crescente successo.

L edizione del 2002, la VII Coppa Toscana, segna il pieno ritorno alle origini grazie all organizzazione gestita in modo corale dai principali club di motori d epoca del Granducato .

In occasione della rievocazione del 2002, la Regione Toscana ha organizzato una mostra dedicata a questo evento. La Mostra si terrà a Firenze dal 25 Maggio al 1 Giugno nello storico palazzo Capponi Covoni in via Cavour 4. Accanto alle foto storiche, molte delle quali inedite, alle locandine, pubblicazioni e cimeli di questa manifestazione, saranno esposte alcune auto dell epoca.

In occasione delle Mostra, sarà presentata una nuova pubblicazione del fiorentino Alessandro Bruni, uno dei maggiori esperti italiani della storia dei motori.

Il libretto, intitolato : Toscana Terra di Motori racconta la storia e le imprese dei protagonisti del motorismo toscano, uno per ogni città toscana, ripercorrendo idealmente il percorso della Coppa della Toscana. Piacevolissimo da leggere è poi il capitolo dedicato alle prime concessionarie di auto di Firenze.

Inoltre, pochi sanno che all inizio del secolo scorso, la Toscana era una delle regioni più motorizzate d`Italia, Firenze in particolare aveva il terzo parco circolante dopo Milano e Roma.

Bruni ha ricostruito l elenco delle vetture circolanti in Toscana all inizio del secolo scorso, nell anno 1905, con i relativi proprietari e i modelli di vettura posseduti.

E così, scorrendo tra tanti nomi, molti famosi anche oggi, ci soffermeremo su una De Dion & Buton, immatricolata a Lucca e di proprietà del signor Giacomo Maestro Puccini.

Friday, May 03, 2002

Mostra Storica Organizzata dalla Regione Toscana

In occasione della VII rievocazione storica della Coppa della Toscana che si terrà dal 31 Maggio al 2 Giugno 2002, la Regione Toscana ha organizzato, in collaborazione con il CAMET (Club Auto Moto d Epoca Toscano), una mostra dedicata alla famosa corsa che si è svolta nelle strade toscane dal 1949 al 1954.

La mostra si terrà dal 25 Maggio al 1 Giugno 2002 nei locali dello storico Palazzo Capponi Covoni nella centralissima Via Cavour a Firenze.

Oltre ad una ampia documentazione fotografica e a preziosi cimeli dell epoca d oro delle corse su strada, saranno schierate nel cortile del Palazzo Capponi una serie di barchette, protagoniste vincenti di quelle manifestazioni, insieme alle auto più modeste, come la Isetta, che hanno dato inizio alla motorizzazione di massa, grazie anche alla promozione delle corse su strada come la Coppa della Toscana.

Sono previste conferenze e dibattiti sul tema della storia e della cultura automobilistica.

Per maggiori informazioni sulla storia della Coppa Toscana e sulla rievocazione storica del 2002, è possibile consultare il sito www.coppatoscana.it

Thursday, May 02, 2002

Comunicato Stampa 24 Gennaio 2002

Presentazione della VII Coppa Toscana –

Il 12 Gennaio scorso, ad Arezzo, durante la Mostra Scambio Auto Moto Cicli d epoca si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della VII Coppa Toscana, rievocazione storica della corsa che ha attraversato il Granducato negli anni dal 1949 al 1954. La Coppa Toscana edizione 2002, manifestazione valida come prova turistica ASI trofeo Zanon, si svolgerà dal 30 Maggio al 2 Giugno 2002.

Alla conferenza sono intervenuti, tra gli altri, Roberto Loi, Presidente ASI e Maurizio Tabucchi, VicePresidente ASI.

La rievocazione storica della Coppa della Toscana si presenterà nel 2002 con una veste diversa in quanto la sua organizzazione non verrà affidata ad un singolo Club ma gestita in modo corale dai principali Club toscani federati ASI : Balestrero di Lucca, CAMET di Firenze, Ruote Classiche di Prato, Saracino di Arezzo e con la collaborazione della scuderia Kinzika di Pisa.

La Coppa della Toscana 2002 partirà da Firenze, giovedì 30 Maggio e si concluderà, nella stessa città, domenica 2 Giugno dopo aver attraversato i paesaggi più belli della regione: dal Chianti, al Valdarno, dalla Versilia fino alla Lunigiana.

Le auto attraverseranno le provincie di Arezzo, Siena, Livorno, Pisa, Massa, Lucca, Pistoia, Prato e Firenze sostando in alcune delle piazze più famose al mondo.

Durante la conferenza stampa, i responsabili dei vari Club hanno illustrato le caratteristiche del percorso che attraverserà le strade di loro competenza e gli eventi organizzati che uniranno la sportività di prove di precisione motoristiche ad approfondimenti culturali, stimolati dalla bellezza e dalla storia dei luoghi visitati.

Una particolare attenzione verrà dedicata alla cultura motoristica : alla manifestazione saranno ammesse solo 50 auto, tutte storicamente compatibili con il periodo e con preferenza per i modelli che, all epoca, parteciparono alla manifestazione. Inoltre, già tre auto che effettivamente parteciparono alla corsa hanno anticipato la loro partecipazione.

Per disegnare la locandina della VII Coppa Toscana è stata utilizzato il disegno originale della locandina della edizione del 1952. Questa rappresenta un bolide, naturalmente di colore rosso, che nella sua corsa raccoglie gli stendardi delle città Toscane. Oltre al riferimento storico, nella edizione del 2002 questo disegno simboleggia la ritrovata unione dei Club di auto d epoca Toscani, federati ASI ed associatesi per organizzare questo importante evento.

Durante la conferenza stampa è stata annunciato il sito Web interamente dedicato alla manifestazione e che sarà aggiornato in tempo reale durante la manifestazione: www.coppatoscana.it.

Per informazione ed iscrizioni alla VII Rievocazione Storica della Coppa della Toscana è possibile rivolgersi alla segreteria del CAMET c/o ACI Delegazione Peretola Osmannoro, Via Pratese, 129, 50145 Firenze, tel. (055) 318.150, fax (055)308.013, www.camet.org,

e-mail : [email protected]