Da dove arriva lo spam? Tutto sta nell intestazione…

Alcuni consigli sono già presenti nell articolo “Cinque consigli per difendersi dallo spamming” su questo sito (

http://www.postaelettronica.it/articoli/1999/10251spam.shtml ). Questa volta vogliamo approfondire l argomento.

Molti si saranno domandati da dove arrivino i messaggi indesiderabili, le e-mails pubblicitarie o pornografiche.

La risposta si trova spesso nell intestazione del messaggio, che descrive tutte le tappe che gli ha permesso di arrivare alla vostra casella di posta.

Se volete visualizzare questa intestazione è generalmente sufficiente attivare un opzione nel vostro client di e-mail.

Per esempio, in Outlook Express per conoscere chi è il mittente dovete aprire il messaggio cliccando due volte sul messaggio che interessa nell elenco dei messaggi ricevuti della cartella Posta in arrivo. Il risultato è una finestra che contiene il messaggio. In questa finestra cliccate su File e poi su Proprietà. Successivamente aprite la cartella Dettagli.

Qui troverete tutte le informazioni su chi ha mandato il messaggio.

Se non siete utenti esperti, o avete difficoltà nel trovare l intestazione potete utilizzare un software freeware di tipo Sam Spade (il famoso detective americano) all indirizzo

http://www.samspade.org . Dopo che lo avete installato sul vostro computer, Sam Spade si aggiungerà alla vostra versione di Internet Explorer (se non volete aggiungerlo, potete utilizzarlo on line allo stesso indirizzo. In questo modo funziona anche se utilizzate Netscape). A questo punto copiate l intestazione dal vostro messaggio e aprite Internet Explorer e cliccate sul pulsante Sam Spade.

Copiatelo nella casella apposita e scegliete la vostra ricerca tra quelle disponibili. Sam Spade farà il resto dandovi le informazioni che vi servono.

Il programma, infatti, non solo vi aiuterà spiegandovi ogni sezione dell intestazione, ma vi dirà anche se l intestazione è stata falsificata (uno degli “scherzi” favoriti dagli spammers).

In questi modi che abbiamo spiegato (sia che facciate da soli, sia che utilizziate un software dedicato) potrete scoprire il nome di dominio a partire dal quale lo spam vi è stato inviato.

Fine I puntata