Author page: Thomas

Toronto 2000 – Vice Presidenti

Sabato 7 Giugno, Prince – all anagrafe di Minneapolis Prince Rogers Nelson – compie cinquant anni, dei quali trenta spesi sotto i riflettori del music business.

Cantante, musicista, attore, regista e produttore Prince non a caso è stato ribattezzato il genietto di Minneapolis giocando sulla sulla sua bassa statura fisica inversamente proporzionale alla sua statura artistica. Dal sette Aprile 1978, data di pubblicazione dell album d esordio For You Prince non ha mai smesso di sperimentare nuove strade musicali spesso capaci di coniugare pop e sperimentazione.

La grandezza di Prince come interprete é indiscussa (come dimenticare hit come Kiss, Sign Of The Time, Purle Rain) senza dimenticare la maestria come autore, dalla toccante Nothing Compares 2 U alla svagata Manic Monday, portate al successo rispettivamente da Sinead O Connor e The Bangles. Dalle ballad ai brani da club (ricordate la mania per la batdance della colonna sonora del Batman di Tim Burton) non c è territorio che Prince non abbia affrontato con maestria e risultati incontestabili. R&B, soul e funk sono il dna di uno straordinario artista che anche nelle prove più recenti (Musicology, 3221, Planet Earth) sembra non invecchiare mai e che non fatica a spaziare tra i generi: dalla new wave al rock, dal jazz all hip arrivando talvolta al pop pure e concedendosi anche divagazioni psichedeliche.

Dai grandi successi commerciali degli anni 80, alle controversie con la multinazionale Warner Bros per l utilizzo del suo nome (ricordate il simbolo e l acronimo TAFKAP, The Artist Former Known As Prince), dal famigerato Black Album (ritirato dal mercato dopo poche ore dalla sua pubblicazione) agli album resi disponibili solo sul suo sito internet in tempi non sospetti Prince non ha mai smesso di andare controcorrente, spesso innovando e vivendo di intuizioni musicali (ma anche di marketing) spesso avanti anni …

Read more

Risultati: CS assoluti – Bronzo per Mattia!

Da dove arriva lo spam? Tutto sta nell intestazione…

Alcuni consigli sono già presenti nell articolo “Cinque consigli per difendersi dallo spamming” su questo sito (

http://www.postaelettronica.it/articoli/1999/10251spam.shtml ). Questa volta vogliamo approfondire l argomento.

Molti si saranno domandati da dove arrivino i messaggi indesiderabili, le e-mails pubblicitarie o pornografiche.

La risposta si trova spesso nell intestazione del messaggio, che descrive tutte le tappe che gli ha permesso di arrivare alla vostra casella di posta.

Se volete visualizzare questa intestazione è generalmente sufficiente attivare un opzione nel vostro client di e-mail.

Per esempio, in Outlook Express per conoscere chi è il mittente dovete aprire il messaggio cliccando due volte sul messaggio che interessa nell elenco dei messaggi ricevuti della cartella Posta in arrivo. Il risultato è una finestra che contiene il messaggio. In questa finestra cliccate su File e poi su Proprietà. Successivamente aprite la cartella Dettagli.

Qui troverete tutte le informazioni su chi ha mandato il messaggio.

Se non siete utenti esperti, o avete difficoltà nel trovare l intestazione potete utilizzare un software freeware di tipo Sam Spade (il famoso detective americano) all indirizzo

http://www.samspade.org . Dopo che lo avete installato sul vostro computer, Sam Spade si aggiungerà alla vostra versione di Internet Explorer (se non volete aggiungerlo, potete utilizzarlo on line allo stesso indirizzo. In questo modo funziona anche se utilizzate Netscape). A questo punto copiate l intestazione dal vostro messaggio e aprite Internet Explorer e cliccate sul pulsante Sam Spade.

Copiatelo nella casella apposita e scegliete la vostra ricerca tra quelle disponibili. Sam Spade farà il resto dandovi le informazioni che vi servono.

Il programma, infatti, non solo vi aiuterà spiegandovi ogni sezione dell intestazione, ma vi dirà anche se l intestazione è stata falsificata (uno degli “scherzi” favoriti dagli spammers).

In questi modi che abbiamo spiegato (sia …

Read more

MotoGp: Stoner, compleanno in pole Lorenzo insegue, Rossi sprofonda: 8° – Il Gazzettino

di Giampiero Maset

TREVISO (3 dicembre) – Un insegnante è stato licenziato per “inettitudine”. Il Tar ha dato ragione alla scuola che, secondo i giudici, “gli aveva lasciato un periodo sufficiente per recuperare o apprendere i fondamenti della materia che aveva accettato disinvoltamente di insegnare”, per cui la destituzione dall’incarico era un atto dovuto.

Si tratta di un caso quasi senza precedenti. I fatti risalgono alcuni anni orsono, ma solo mercoledì scorso il Tar, a cui l’interessato aveva presentato ricorso, si è pronunciato dando ragione alla scuola. È accaduto all’Itis “Galilei” di Conegliano dove il preside, qualche settimana dopo l’inizio dell’anno scolastico, aveva nominato L.V., di Col San Martino, supplente temporaneo in tre classi per l’insegnamento di elettrotecnica nella sede principale dell’istituto e di misure elettriche in una classe della sezione staccata di Vittorio Veneto, ma nel maggio successivo gli aveva dato il benservito.

Per il docente, prima di procedere al suo licenziamento, il preside avrebbe dovuto valutarne l’utilizzabilità in altri compiti e la decisione sarebbe stata adottata senza alcuna preventiva comunicazione formale e visita ispettiva. Ma è risultato che già nel marzo precedente “a seguito di segnalazioni dei genitori degli allievi, il preside aveva ispezionato in presenza dell’insegnante le tre classi”. Ne era emerso che “la programmazione non corrispondeva alle finalità del corso, né alle indicazioni dategli all’atto dell’assegnazione della supplenza” e che “la preparazione degli allievi in elettrotecnica era pressoché nulla e di ciò era responsabile solo il supplente, che, come egli stesso aveva ammesso, fin dall’inizio dell’anno aveva indotto gli allievi a credere che per loro fosse facoltativo lo studio dell’elettrotecnica”.

Inoltre era risultato che “le valutazioni quadrimestrali degli allievi non rappresentavano lo stato della loro preparazione, basate esclusivamente da due compiti in classe, la cui soluzione era stata preventivamente fornita agli allievi dallo stesso insegnante”. Da …

Read more

Sabato Mattina Io E Filippo Ci Troviamo Per Passare A Dare Un Occhiata Al Negozio Acquasport Di Grosseto Per Poi Dirigersi A Porto

qua e la qualce gruppo di sarpe.

Ogni tanto con filippo ci parliamo e tiTubanti per le condizioni schifose del mare pensiamo piu’ volte di tornare indietro … io pero’ in un occasione dico a Filippo che con quelle condizioni stavo aspettando lo spigolone in caccia e qindi andiamo ancora avanti.

Faccio un agguato per finire con un aspetto e riesco a portare a tiro un sarago decente sparo e lo padello .. porc. putt.!!! rimango sul fondo per recuperare l’asta e vedo che il sarago e li ancora che gironzola e se ne aggiungono altri non grossi ma sparabili per le mie misure…. quindi ricarico e torno giu’….. ma niente non trovo piu’ niente!

Innervosito dal fatto non mi va ancora di rinunciare e quindi faccio qualche metro in avanti … ad un certo punto sotto di me dalla sinistra comincio ad intravedere una sagoma che si definisce meglio man mano che si avvicina:

“tum tum” lo sento fin dentro gli orecchi … il battito del mio cuore! … mi rendo conto che e’ grossa l’emozione mi rabbrividisce sento una serie di reazioni strane nel mio corpo che non so spiegare.

Io rimango immobile, giudico la sagoma a tiro ma non ho ancora il fucile allineato … ho l’impressione di avere a tiro uno spigolone quello che avevo dichiarato di aspettare a Filippo!!!

Uno spigolone grosso enorme per la mia esperienza di catture lo giudico superiore ai 2 kg … sono congelato immobile e so che devo sparare ma non voglio sbagliare, non voglio perdere l’occasione di prendere la mia prima bella preda! ( di questa fase non mi ricordo bene non mi ricordo se ero immerso a mezz’acqua o in superficie ho perso la cognizione del tempo!)

Il colpo dopo qualche frazione di secondo parte da se ed …

Read more

Salto Con Gli Sci

Sfidare il cielo volando sugli sci

Sfidare il cielo volando sugli sci

Il salto dal trampolino con gli sci è nato in Norvegia nell’800 come un esibizione di coraggio che animava le fiere invernali. Nel 1892 assunse la dignità di vero e proprio sport, grazie alla nascita della Coppa del Re, trofeo messo in palio ogni anno dalla famiglia reale norvegese in occasione del meeting di Holmenkollen. Giunto in nord America, dove ancora oggi è molto popolare, venne riconosciuto dalla federazione internazionale di sci e, nel 1924 durante i giochi invernali di Chamonix in Francia, venne inserito fra gli sport olimpici.

Le specialità di salto dal trampolino sono tre: individuale da 120 metri, individuale da 90 metri e a squadre da 120 metri. La tecnica del salto si compone di quattro fasi principali:

rincorsa – lo sciatore assume una posizione aerodinamica, in questa fase si raggiungono velocità che possono anche superare i 90 km/h;

decollo – la fase più delicata, lo sciatore deve distendersi appena raggiunge il punto di decollo, la gara si decide qui;

volo – l’atleta ora si piega in avanti, parallelo ai due sci che tiene ben aperti, questa fase può durare dai due ai tre secondi;

atterraggio – la “decelerazione” che lo sciatore subisce è pari a 3 volte il suo peso, la posizione assunta, una gamba avanzata e piegata, permette di assorbire l’urto prima di iniziare la frenata.

Nelle gare individuali ogni concorrrente deve effettuare due salti. L’ordine di partenza per il primo turno è stabilito per sorteggio, quello del secondo in base al risultato del primo salto. I parametri fondamentali per giudicare un bel salto sono precisione, controllo, posizione dell’atleta e, ovviamente, distanza Quest’ultima viene misurata dal punto di stacco ad una linea ideale a metà strada fra i piedi dell’atleta all’atteraggio.

La manifestazione …

Read more

La Germania affossa il Brasile: 3-2

Si conclude la fiera di

beneficienza di Firenze

Si e’ conclusa a Firenze una grande fiera di beneficienza che ADRA-Firenze e Radio Voce della Speranza (RVS) di Firenze hanno organizzato, per il secondo anno consecutivo, con lo scopo di realizzare almeno quattro progetti di solidarieta’:

1. L’acquisto di un elettrocardiografo per il policlinico Vidzim a Belgrado (che e’ gia’ stato acquistato ed e’ gia’ in funzione nell’ospedale).

2. Vestiario, alimenti e aiuti vari per il centro di solidarieta’ di Firenze che soccorre ben 2500 persone l’anno.

3. Adozione di bambini a distanza tramite l’associazione “Reach – Italia”

4. Trasmissioni e servizi per extra-comunitari e per associazioni di volontariato (RVS)

Sono stati raccolti ben 33.500.000 lire. Cosi’ ha commentato l’iniziativa Milca Zanini, organizzatrice della fiera e responsabile della RVS: “Un grazie particolare al Signore che ha permesso e benedetto la manifestazione

e anche a tutti i collaboratori, gli organizzatori, gli acquirenti e a tutte le ditte che hanno donato tanto materiale per la fiera”.

Settimana della libertà religiosa

Fra la seconda e la terza settimana di gennaio,celebriamo la settimana della libertà religiosa. Quest’anno la celebreremo dal 15 al 21 febbraio, questo perché nel mondo evangelico il 17.2.98 sarà ricordato il 150″ anniversario delle “Patenti albertine” che concedevano ai vaidesi i diritti civili e politici dopo secoli di emarginazione. Da quel momento in poi è nata in Italia una nuova coscienza che ha portato a un maggiore rispetto dei diritti dell’uomo compresi quelli religiosi.

Per l’occasione verranno in Italia i fr. John Graz della Conferenza Generale e Maurìce Verfaillie della Divisione.

Con loro pensiamo di avere un programma speciale a Napoli.

Global Village a Cagliari…

Read more

Brasile 2014: l’Italia pesca Danimarca, Rep. Ceca, Bulgaria, Malta e Armenia – Il Gazzettino

Progettati per confondersi con l’ambiente.

Un monolitico diffusore ambientale che combina un angolo di emissione estremamente ampio con una qualità sonora eccezionale e una straordinaria flessibilità d’uso per l’installazione in qualsiasi tipologia di impianto professionale all’aperto

Un diffusore così versatile da funzionare ovunque.

Tanto versatile quanto longevo, il FreeSpace 360P può essere impiegato in ogni tipo di installazioni all’aperto: bar e ristoranti, parchi divertimento, giardini, piscine, viali e sentieri; ma anche grandi spazi aperti interni. Lo si può semi-interrare nel suolo o ancorare a superfici orizzontali di cemento e legno, utilizzando le ferramenta in dotazione e seguendo le chiare istruzioni d’uso.

Un diffusore che non si faccia notare.

Il FreeSpace 360P è stato progettato per confondersi con l’ambiente. Il profilo basso, le dimensioni, la forma e i materiali lo mimetizzano in tantissime situazioni operative – cespugli, giardini, piscine, – e non lo fanno apparire fuori posto.

Ampia, uniforme copertura sonora là dove serve.

In virtù delle particolari caratteristiche di progetto, il FreeSpace 360P disperde uniformemente tutte le frequenze del suono sia orizzontalmente che verticalmente, cosicché timbrica e volume non variano per gli ascoltatori seduti in piedi. L’ampia area coperta e la flessibilità di installazione fanno sì che occorra un minor numero di diffusori nel sito che volete sonorizzare.

Affidabilità che sfida gli agenti atmosferici.

Il mobile costruito per durare e il driver dalla lunga vita operativa concorrono a rendere il FreeSpace 360P un diffusore monolitico ed eccezionalmente affidabile.

Progettato per resistere a neve, pioggia, sale ed escursioni della temperatura da – 30° a 60°, è in grado di sopravvivere al test della nebbia salina per un periodo superiore del 66% a quello richiesto dallo standard dell’Industria Marina. La sua garanzia trasferibile di 5 anni è fra le più estese del settore.

Benefici…

Read more

Scommesse Virtuali su Calcio Ippica e Altri Sport

Altri Sport Virtuali

Finalmente, anche in Italia approdano le Scommesse Virtuali, ossia la possibilità di puntare e giocare su eventi generati virtualmente, potendo assistere e riscuotere subito la scommessa piazzata, senza dover aspettare lo svolgimento delle varie competizioni sportive reali. Si tratta, infatti, di eventi virtuali (generati dal calcolatore secondo un sistema certificato e controllato da Aams, Agenzia delle Dogane e dei Monopoli), relativi alle maggiori discipline del betting (calcio, ippica trotto e galoppo, corse dei cani, ciclismo, tennis, motori) da seguire online e che consentono allo scommettitore un´esperienza di gioco entusiasmante. Si può, infatti, puntare su incontri di calcio, corse ippiche, gran premi motoristici, gare di ciclismo, corse di cani in qualsiasi momento del giorno, assistendo in diretta all´evento e riscuotendo istantaneamente la vincita. Cosa aspetti? Entra anche tu nel grande mondo delle scommesse virtuali!

Partite virtuali per tutti i gusti e per tutti gli appassionati di scommesse! Due campionati riconoscibili (Prima e Seconda Serie), le gare internazionali della World Cup, un´infinita possibilità di scelta per giocare su partite di circa un minuto per quattro azioni complessive: cosa aspetti? Scegli la tua squadra favorita, gioca la quota che ti ispira di più e guarda che succede… E, se indovini l´esito della partita, riscuoti soldi veri!!! Tutto questo e molto di più è offerto dal calcio virtuale: la possibilità di giocare a qualsiasi ora, su partite sempre nuove e diverse, mettendo alla prova il proprio fiuto da scommettitore. Partite virtuali per emozioni vere, incontri computerizzati (sotto la garanzia e il controllo di Aams, Agenzia delle Dogane e dei Monopoli) per divertimento reale, scommesse virtuali per vincite vere! Cosa aspetti? Prova anche tu le scommesse sul calcio virtuale!

L´emozione delle corse dei cavalli si unisce a quella delle scommesse virtuali! Galoppo e trotto, le discipline regine della nostra tradizione ippica, per …

Read more

«Ti connetti e scommetti»

SNAI Card, «Ti connetti e scommetti»

E’ on-air la nuova campagna adv per promuovere SNAI Card

Data: 06 apr 2005 15:23

MILANO E’ on-air lo spot tv relativo alla nuova campagna di advertising lanciata da SNAI per promuovere le scommesse tramite telefono e Internet. Basata sul claim Ti connetti e scommetti, con SNAI card , la campagna durerà per l’intero mese di aprile e prevede spot della durata di 30, 15, 7 e 5 secondi trasmessi sulla principali reti nazionali in chiaro e via satellite, oltre a telepromozioni abbinate al programma Il Processo di Biscardi su La 7.

La pianificazione coinvolge tutte le principali testate di informazione (free press compresa), sportive e specializzate e della stampa quotidiana, settimanale e periodica, oltre a sms e a banner pubblicitari sulla rete Internet.

Il soggetto dello spot televisivo è un giovane con una grande passione per lo sport che lo porta a vivere ogni momento della giornata come se fosse una partita di calcio, tanto da confondere l’autista di un autobus con il proprio allenatore e gli altri passeggeri come i compagni di squadra.

Con SNAI Card la sua competenza nello sport trova una sorta di naturale applicazione nella scommessa via Internet: da casa, in tutta comodità ma con le stesse garanzie di affidabilità e sicurezza offerte dalle tradizionali agenzie di scommesse, può mettere alla prova la sua abilità utilizzando uno strumento semplice e moderno come Internet, collegandosi al sito www.snai.it.

Lo stesso principio si ritrova nel soggetto per le testate stampa: il mouse di un computer collegato al sito Snai si trasforma in un ferro di cavallo o in una scarpa da calcio, portando lo scommettitore a vivere in prima persona, da protagonista, la corsa ippica o l’evento sportivo. SNAI Card diventa una vera e propria agenzia di scommesse tascabile che permette …

Read more

Calcio mercato, chiusi i giochi Nocerino al Milan, Silva alla Fiorentina – Il Gazzettino

DIMITRI (19;29):

Per l’appunto…Lei evidentemente fa parte di quella categoria di uomini che nella psicologia femminile ci sguazzano come un topo nel formaggio! Ottima peculiarità. Però attenzione con certe pretese, perchè “chi si contenta del poco, trova posto in ogni loco”!

La simpatia è reciproca, caro Dimitri. Ciao!… :-))

commento inviato il 02-12-2010 alle 12:21 da CINZIA

Magari lavorava da una vita mettendo sempre soldi da parte, risparmiando, (alcune persone iniziano a lavorare a 14 anni, anche 10 ore al giorno) o magari si è venduto la casa, magari era un operaio single che lavorava ore su ore facendo un sacco di straordinari, magari era un operaio qualificato che guadagnava decentemente (mica esistono operai che prendono solo 1.000/1.500euro) o ancora magari ha fatto un sacco di debiti (cosa tra l’altro scritta nell’articolo)…ma voi che ne sapete??? Tutti sempre pronti a giudicare!!!

E poi concentratevi sulle truffatrici non sulle vittime! Sembra che si siano ribalati i ruoli, secondo tutti i vs.commenti! Condannate l’operaio perchè aveva 220 mila euro ma non le truffatrici che circuivano, ricattavano, minacciavano ecc.

Insomma qui nessuno è mai stato “fregato” da qualcun altro?!?!? Qui nessuno si è mai fidato della persona sbagliata?!?!?! Qui nessuno ha mai commesso errori?!?!

Essere minacciati di prendersi una denuncia per violenza sessuale quando non c’è stata, non è per nulla uno scherzo!!!!!! Ti rovinano la vita queste cose anche se poi risulti essere innocente e questo proprio perchè ci sono persone che sono in grado solo di giudicare! Erano uomini single, molto probabilmente onesti (se amici e parenti gli hanno prestato dei soldi sicuramente era affidabile e risultava essere onesto, no??) non hanno fatto male a nessuno, si sono SOLO fidati della persona sbagliata che li ha poi massacrati. Pensate prima di giudicare.

commento inviato il 02-12-2010 alle 11:18 da Justine…

Read more